Comune di
Valle Mosso
Comune di
Valle Mosso
Comune di
Valle Mosso  Provincia di Biella
Il comune su link_facebook link_twitter link_youtube link_google link_rss
Stai navigando in : Il Comune > Domande Frequenti
   Il Comune
Domande frequenti


SERVIZI DEMOGRAFICI
Ufficio Competente  | Modulistica

Il rilascio delle carte d'identità avviene a vista.
Per ottenere il documento è necessario presentare n. 3 fotografie uguali, formato tessera, con fondo chiaro e recenti (non verranno accettate fotografie uguali a quelle del documento scaduto).
Ulteriori notizie sulla qualita' delle fotografie:
QUALITÀ DELLA FOTOGRAFIA
Le fotografie devono essere:
• Non anteriori a sei mesi
• Larghezza 35-40 mm
• Primo piano della testa e della parte alta delle spalle in modo che il viso occupi il 70/80% della foto
• Perfettamente a fuoco e chiara
• Di alta qualità, senza macchie di inchiostro
La fotografia deve:
• Mostrare il soggetto direttamente alla macchina
• Mostrare i toni del colore dell’incarnato naturale
• Avere un adeguato tono di contrasto e luce
• Essere stampata su carte di alta qualità e con alta risoluzione • Le fotografie scattate con una fotocamera digitale devono essere di alta qualità e stampate su carta fotografica

STILE E LUMINOSITÀ
La fotografia deve:
• Avere colore neutro
• Mostrare il soggetto ad occhi aperti e chiaramente visibile senza capelli sul viso
• Mostrare il soggetto rivolto direttamente all’obiettivo, non di traverso (tipo ritratto) e mostrare entrambe le estremità del viso chiaramente
• Essere scattate su un semplice sfondo di colore chiaro
• Essere scattate con luce uniforme senza mostrare ombre o riflessi del flash sul viso e senza effetto "occhi rossi"

OCCHIALI E COPRICAPO
Se il soggetto indossa occhiali:
• La fotografia deve mostrarne gli occhi nitidamente senza riflessi del flash sulle lenti e senza lenti colorate (se possibile evitare le montature pesanti- indossare occhiali con montatura più leggera se il soggetto ne ha la possibilità)
• Assicurarsi che la montatura non copra alcuna parte degli occhi
Copricapo:
• Non sono consentiti fatta eccezione per ragioni di natura religiosa, ma le caratteristiche del viso del soggetto dal mento alla fronte ed entrambi i lati del viso devono essere mostrati chiaramente

ESPRESSSIONI E SFONDI
La fotografia deve:
• Mostrare unicamente il soggetto (niente spalliere di sedie, giocattoli, o altre persone visibili) che guarda in camera con un’espressione naturale ed a bocca chiusa."
Per ulteriori informazioni in materia di rilascio e rinnovo passaporti si rimanda al sito della Polizia di Stato
E' necessario restituire anche il documento scaduto e, se questo manca, si dovrà presentare altro documento di identità valido (la patente di guida è idonea solamente se la fotografia in esso contenuta è sufficientemente recente da consentire l'identificazione del titolare).
Il costo e' di euro 5,42 e la sua durata è di 10 anni - la scadenza del documento e' fissata il giorno del compleanno successivo alla scadenza decennale
In caso di rinnovo a seguito di smarrimento o furto sarà necessario produrre copia della denuncia presentata ad un organo di polizia (carabinieri, polizia di stato, vigili urbani ecc.) e qualora non siano trascorsi almeno 9 anni e sei mesi dal precedente rilascio sarà necessario versare il doppio diritto di rilascio pari ad euro 5,16
SI AVVISA CHE TUTTE LE CARTE D'IDENTITA' RILASCIATE A PARTIRE DAL 27 GIUGNO 2003 ED ORIGINARIAMENTE SCADENTI DAL 26 GIUGNO 2008 SONO AUTOMATICAMENTE PROROGATE DI ULTERIORI 5 ANNI (ART. 31 D.L. 112/2008)
ISTRUZIONE - PRESTAZIONI SOCIALI
Ufficio Competente  | Modulistica

Il
servizio di

mensa scolastica
è a
disposizione di tutti gli alunni delle scuole Statali dell'Infanzia,
Primaria e Secondaria di primo grado di Valle Mosso.
La
gestione del servizio di mensa scolastica del Comune di Valle Mosso,
è stata affidata alla Ditta MARKAS di Bolzano, per il periodo
settembre 2015- agosto 2024, quale vincitrice della gara
d'appalto misto, fornitura pasti ed allestimento di

centro cottura sito al secondo piano dello stabile nido/scuola
dell'infanzia.
La
ditta, provvista di specifici requisiti, si è fatta carico di:



  • allestimento
    del proprio centro cottura,


  • manutenzione
    attrezzature e strumenti di lavoro,


  • approvvigionamento
    e stoccaggio derrate alimentari,


  • predisposizione,
    preparazione, cottura e conservazione dei pasti secondo le normative
    ASL vigenti;


  • gestione
    delle diete speciali secondo tabelle vidimate ASL;


  • trasporto
    e consegna dei pasti mense scolastiche con mezzi conformi;


  • rispetto
    del regolamento comunale in ordine allo smaltimento dei rifiuti;


  • rispetto
    delle normative a tutela dell’ambiente in ordine all’utilizzo di
    materiali per pulizia e sanificazione;


  • avvalersi
    di personale adeguatamente formato professionalmente e costantemente
    aggiornato.



I
pasti sono preparati e confezionati presso il suddetto centro cottura
e distribuiti, dal lunedì al venerdì, per tutti i giorni di
apertura scolastica con rientro pomeridiano, con modalità adeguate
agli orari di ciascun plesso scolastico, seguendo procedure che
garantiscano:




  • la
    rintracciabilità e la provenienza dei cibi,



  • la
    modalità e controllo delle forniture,



  • la
    freschezza e gustosità dei pasti,



  • la
    varietà dei menù



  • il
    confezionamento in contenitori monoporzione per le diete
    differenziate.



I
pasti, consistenti in pranzo (composto da un primo, un secondo con
contorno, pane e frutta) vengono consegnati nei seguenti orari:
Infanzia
ore 12,00 - 
Primaria
ore 12,00 -
Secondaria
ore 13,00

Si
utilizza acqua potabile dell'acquedotto pubblico,servita in apposite
caraffe.


Qualora
l’acqua non dovesse risultare perfettamente limpida (causa lavori
sulla rete idrica), si provvederà all’acquisto di acqua minerale
naturale confezionata.



    Nell'eventualità
    in cui si intenda portare alimenti a scuola, da dividere con i
    compagni, in occasione di feste/compleanni ecc. . ., sono ammessi
    esclusivamente alimenti di pasticceria salata o dolce secca e
    confezionati. Pertanto sono tassativamente esclusi alimenti
    confezionati in casa, torte con crema e pasticceria fresca.



Usufruiscono
del servizio di mensa scolastica anche
gli/le insegnanti di plesso, in servizio al momento della
somministrazione dei pasti con funzioni di vigilanza educativa.


Il
menù è elaborato dal Servizio Igiene degli alimenti dell’Azienda
Sanitaria di Biella in collaborazione con il Servizio Comunale
competente .


Il
servizio è improntato a criteri di qualità, di efficienza e di
soddisfacimento dell’utenza, ed è costantemente controllato dal
Comune nell’ambito delle proprie competenze. In particolare la
Responsabile del servizio Gabriella Macchieraldo cura la verifica
amministrativa degli obblighi e degli adempimenti contrattuali.





Sono
ammesse modifiche e diete particolari al menù nei seguenti casi:


-
per motivi di salute, dietro presentazione di certificazione medica,
con apposita domanda da richiedere al servizio Biblioteca Comunale;


-
per motivi etici-filosofico-religiosi, con apposita domanda da
richiedere al servizio Biblioteca Comunale.



Non
è possibile, in base alle norme dell’Asl, chiedere variazioni
motivate da disgusti personali.


E'
predisposto, nel centro cottura, un'area di lavorazione separata per
diete speciali. E' prevista la
formazione per il personale di cucina dedicato alla preparazione dei
regimi dietetici particolari.


Possono
accedere al servizio tutti gli alunni iscritti alle scuole statali,
con rientro pomeridiano, dell’infanzia, primarie e secondarie di
1° grado, attraverso la compilazione di un modulo di richiesta
servizio, predisposto dal Comune e distribuito ad ogni alunno il
primo giorno di scuola insieme al menù vidimato dall'ASL.



La
domanda, valida per l'intero anno scolastico, va presentata
all’inizio di ogni anno
scolastico,
entro e non oltre la data fissata
dall’Amministrazione Comunale, oppure in corso d'anno se la
famiglia non ha provveduto all'iscrizione entro i termini in quanto
non intenzionata ad avvalersi del servizio. In questo caso il
servizio verrà erogato dal giorno successivo la richiesta.


Il pagamento del SERVIZIO MENSA è così organizzato:
al termine di ogni mese viene consegnato ad ogni studente un tagliando (un foglio predisposto con 4 identiche copie) nel quale è indicato l'importo complessivo relativo ai pasti consumati nel mese in oggetto,
Il pagamento dovrà essere effettuato entro e non oltre il 15° giorno successivo al mese di riferimento, presso gli sportelli delle Agenzie Biverbanca di:

VALLE MOSSO - Dal lunedì al venerdì dalle ore 8,05 alle ore 12,50 - MOSSO - STRONA - Dal lunedì al venerdì dalle ore 8,15 alle ore 12,15
Si raccomanda di portare con sé detto tagliando (foglio predisposto con 4 identiche copie), di esibirlo all’impiegato della banca all’atto del pagamento e di conservare la ricevuta (Le ricevute della mensa dell’anno scolastico 2016/2017 dovranno essere conservate fino al 31/12/2017).
Per eventuali pagamenti on-line o bonifici si prega utilizzare il seguente codice IBAN, intestato al Comune di Valle Mosso: IT89L0609022308000017106659
POLIZIA LOCALE
Ufficio Competente  | Modulistica

Il servizio è gestito in concessione dalla ditta
Semperlux di Cerreto Castello
(Via Quintino Sella n. 62- tel. e fax 015882000- info@semperlux.com )

Tariffe vigenti

A) CONTRIBUTO ANTICIPATO PER OGNI ALLACCIAMENTO + IVA 21%

Cappelle private € 20,83
Tombe € 13,37
Loculi ed ossari € 13,37

B) ABBONAMENTO ANNUO PER SOMMINISTRAZIONE ENERGIA ELETTRICA E MANUTENZIONE ORDINARIA, RELATIVO AD OGNI SINGOLA LAMPADA VOTIVA + IVA 21% E RIMBORSO SPESE

Cappelle private € 16,02
Tombe € 16,02
Loculi ed ossari € 16,02
EDILIZIA PRIVATA
Ufficio Competente  | Modulistica

La Scia puó essere inviata dagli stessi soggetti che possono presentare la Dia alternativa o la richiesta di permesso di costruire, cioè dai titolari di un diritto reale sull'immobile su cui verrà eseguito l'intervento (ad es. proprietari, usufruttuari, ecc.), ovvero dai titolari di un diritto personale compatibile con l'intervento da realizzare (es. conduttore con l'assenso del locatore).
Modulo Scia in duplice copia, compilato dal proprietario o avente titolo e dagli eventuali contitolari e asseverata da un tecnico abilitato;

elaborati progettuali previsti dal Regolamento Edilizio (art. 35, 36, 37) in relazione al tipo di intervento e alla zona di Prg, a firma di un tecnico abilitato, in triplice copia;

Durc dell'impresa/e esecutrice/i dei lavori, copia della notifica preliminare, se dovuta, e una dichiarazione di aver verificato la documentazione prevista dalle lett. a) e b) dell'art. 90 del D. Lgs 9/4/2008 n. 81;

autocertificazioni, redatte con le modalità previste dagli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000, che attestano la presenza dei requisiti di legge necessari per la realizzazione dell'intervento edilizio;

pareri delle Amministrazioni preposte alla tutela dei vincoli ambientali, paesaggistici o culturali (es. parere della Soprintendenza dei beni culturali, autorizzazione paesaggistica);

ricevuta dell'avvenuto pagamento dei diritti di segreteria di 52 €; 

ogni altro documento elencato tra gli allegati nella modulistica della Scia, ove ricorra il caso.
L'attività puó essere iniziata dalla data di presentazione della segnalazione.
L'Amministrazione comunale tuttavia, nei 60 giorni successivi alla data della presentazione, puó effettuare le verifiche e i controlli e, in caso di irregolarità, qualora sia possibile, invita il privato interessato a rendere l'intervento conforme alla normativa vigente entro un termine prefissato, non inferiore a 30 giorni.
In caso di carenza dei presupposti, o qualora l'interessato non provveda ad adeguare l'intervento alla normativa, l'Amministrazione puó vietare, con motivato provvedimento, la prosecuzione dell'attività e disporre la rimozione dei suoi effetti dannosi.

Trascorsi i 60 giorni, il Comune puó intervenire:
- sempre, in caso dichiarazioni false e mendaci;
- solo in presenza di pericolo di danno per il patrimonio artistico e culturale, per l'ambiente, per la salute, per la sicurezza pubblica o la difesa nazionale, qualora non sia possibile regolarizzare l'attività.

In caso di interventi edilizi eseguiti in assenza o in difformità dalla Scia verranno applicate le sanzioni previste nel Titolo IV del DPR 380/2001 (art. 37) per le corrispondenti opere eseguite in assenza o difformità dalla denuncia di inizio attività.
Nota di chiarimento dell'Ufficio legislativo del Ministero per la semplificazione normativa in data 16/9/2010.

DPR n. 380 del 6 giugno 2001 "Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia".

Legge n. 241 del 7 agosto 1990 "Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi" art. 19.

DPR n. 445 del 28 dicembre 2000 artt. 46 e 47.
La Scia puó essere presentata per gli stessi interventi di trasformazione urbanistica ed edilizia per cui era prevista la presentazione della Dia ordinaria e non è consentita per gli interventi soggetti a permesso di costruire o a Dia alternativa al permesso di costruire, secondo quanto precisato dalla nota dell'Ufficio legislativo del Ministero per la semplificazione normativa in data 16/9/2010.

Nel modulo della Scia sono indicati, a titolo esemplificativo, gil interventi edilizi per cui è possibile ricorrere alla presentazione.

Il Micro Nido Comunale di Valle Mosso è situato nell'edificio di via Scuole n° 4 e puó accogliere fino ad un massimo di 24 bambini dai 6 mesi ai 3 anni di età. Il Comune ha stipulato un Accordo fino al termine dell’anno scolastico 2018/2019, con i comuni di Bioglio, Camandona, Casapinta, Mosso, Strona, Valle S. Nicolao e Veglio, equiparando le famiglie residenti in questi Comuni alle famiglie valmossesi per le modalità di accesso ed agevolandole con i pagamenti delle rette.
Il servizio è organizzato e gestito secondo quanto stabilito dalla Carta dei Servizi Micro Nido, consultabile sotto la voce "CARTA DEL SERVI9ZIO MICRO NIDO"
Le Iscrizioni al servizio possono essere presentate in qualsiasi periodo dell’anno presso l'Ufficio Istruzione del Comune, sia come richiesta per l'anno scolastico in corso le cui accoglienze terminano entro il 10 giugno, sia per il successivo, in questo caso concorrono tutte quelle pervenute entro il 15 di luglio di ogni anno.  Qualora le richieste fossero superiori ai posti disponibili verrà stilata una "lista d’Attesa" per l’anno scolastico in corso in base alle "priorità" meglio definite nella Carta del Servizio. In caso di iscrizioni in "giacenza" è d’obbligo contattare il servizio ogni 30 giorni per confermare o disdire l’iscrizione, pena decadenza della medesima.
Il personale è rappresentato da due Educatrici dipendenti comunali e da operatori ausiliari forniti da una Cooperativa Sociale di tipo A.
Le tariffe per l'utilizzo del servizio sono imposte in maniera differenziata in base alla fascia di reddito, misurato secondo l'I.S.E.E. (Indicatore situazione Economica Equivalente). La retta, composta da un "fisso mantenimento posto" e da una quota "giornaliera", viene calcolata in base all'effettiva presenza mensile del bimbo/a. Il prospetto delle rette è consultabile sotto la voce "TABELLA RETTE".
Il pagamento della Retta mensile è così organizzato:
al termine di ogni mese viene consegnato ad ogni utente un tagliando (un foglio predisposto con 4 identiche copie) nel quale è indicato l'importo complessivo relativo al numero di giorni di presenza effettuati nel mese in oggetto,
Il pagamento dovrà essere effettuato entro e non oltre l'ultimo giorno del mese successivo al mese di riferimento, presso gli sportelli delle Agenzie Biverbanca di:

VALLE MOSSO - Dal lunedì al venerdì dalle ore 8,05 alle ore 12,50 - MOSSO - STRONA - Dal lunedì al venerdì dalle ore 8,15 alle ore 12,15

Si raccomanda di portare con sé detto tagliando (foglio predisposto con 4 identiche copie), di esibirlo all’impiegato della banca all’atto del pagamento e di conservare la ricevuta (Le ricevute relative all’anno scolastico 2016/2017 dovranno essere conservate fino al 31/12/2017).
Per eventuali pagamenti on-line o bonifici si prega utilizzare il seguente codice IBAN, intestato al Comune di Valle Mosso: IT89L0609022308000017106659

Il servizio puó essere utilizzato con le seguenti   formule:" Tempo Pieno" dalle ore 7,30 alle ore 17,30
" Part-time mattino" dalle ore 7,30 alle ore 13,30
" Part-time pomeriggio" dalle ore 13,00 alle ore 17,30
" Settimana Ridotta" con un minimo di tre giorni di frequenza ad orario pieno
" Part-Time 3+2" che prevede l'articolazione di 2 giorni part time mattutino con 3 giorni a tempo pieno in giorni fissi .
Le domande di Iscrizione per prossimo anno scolastico (2017-2018) devono essere presentate entro le ore 12.00 del 15 luglio 2017.
        
Effettua il login
              
Oppure registrati
Comune di Valle Mosso
Via Roma, 40 - 13825 Valle Mosso (BI)
Tel: 015.702652
Fax: 015.703812
Email: vallemosso@ptb.provincia.biella.it
Partita IVA: 00382950020
Email: vallemosso@ptb.provincia.biella.it
Per conoscere gli indirizzi Email di settore,
consultare la pagina UFFICI
Fatturazione Elettronica - Codice Ufficio: UFURWA
Codice ISTAT: 096073
Codice catastale: L606
Codice fiscale: 00382950020
Partita IVA: 00382950020
Conto Corrente Postale: 15739139
IBAN (per i vostri bonifici bancari):
IT 89 L 06090 22308 000017106659

Accessibilità dei contenuti Web (WCAG) 2.0 (Level AA)    Licenza Creative Commons      eng fra esp deu ru chi ara

Realizzato con il CMS per siti accessibili e responsive cic

eng fra esp deu
ru chi ara por
Accessibilità dei contenuti Web (WCAG) 2.0 (Level AA)     Licenza Creative Commons

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso.    Approfondisciaccetto
accetto
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento